venerdì 4 luglio 2014

Le 7 tipologie di maschi più inutili del pianeta

Nella lista di persone portatrici sane di inutilità, potremmo metterci una quantità imbarazzante di conoscenti, ex e persone a caso, incappate sempre per molto caso nel nostro cammino.
Quando dio è annoiato ci fa conoscere una persona inutile, magari anche attraente come il serpente tentatore e noi decidiamo ingenuamente  di uscirci, per poi scoprire che per la nostra vita, non vi era differenza alcuna nel portare al bar lui o la nostra piantina di lillà.
Chi dice che non esista gente inutile perché chiunque può insegnarti qualcosa, impreziosirti, arricchirti, gnegnegnè, non è mai inciampato in
una di queste 7 tipologie di esseri viventi, che differiscono da un sottaceto solo per le capacità respiratorie.

1. Quello che non parla mai. Celato sotto la maschera dell'intellettuale di sta minchia, tace.
E mentre noi parliamo, parliamo e parliamo, lui ci guarda, ogni tanto accenna ad un assenso col capo e continua a tacere. Serafico come un mobiletto del bagno.
Con la differenza che nel mobiletto del bagno almeno ci metto i Lines Ultra Ali più Blu.
No, non è che costui ami ascoltare.
No, non lo stiamo uccidendo con chiacchiere da donnette.
No.
Tace perché non hai mai nulla da dire.
Inutile, come un'app non scaricata.

2. Quello che non sta mai zitto. Siccome in questa vita le mezza misure piacciono solo ai sarti, nello stesso giorno mi è capitato di uscire con quello affetto da mutismo cronico e con quello che, piuttosto che continuare ad ascoltare il suo sproloquio, meglio un'isola deserta con Flavia Vento.
In realtà non importa che questo bipede abbia o meno argomenti interessanti.
Se ci sommerge di chiacchiere talmente ravvicinate da far sì che noi non riusciamo ad inserirci nella conversazione, allora Houston, abbiamo un problema. Il tipo in questione parla solo perché ama dannatamente il suono della sua voce.
Utile come un carillon dagli ingranaggi rotti.

3. Quello perennemente annoiato. Non c'è nulla che lo emozioni. Se è italiano andiamo a botta sicura con il calcio e le tette, altrimenti non sussiste speranza.
Non ha mai voglia di fare niente, sbuffa, si lamenta, risultando piacevole come la salmonella la sera di Capodanno. La sua parola magica è Stasera no, sono stanco. Ah, perchè ieri invece hai salvato i macachi dall'estinzione e il giorno prima eri a seminare il granoturco in Michigan, giusto?
Inutile, come un petardo senza miccia.

4. L'arido sentimentale. E quello che centellina le coccole e le carezze. Noi siamo tenere come la mamma di Bambi e lui non c'ha mai cazzi. Ha pure il coraggio di dirci: Ma te le ho già fatte il mese scorso, le coccole. Ama il suo passato, dice che amerà il proprio futuro, ma non c'è traccia di amore nel suo presente. Dispensatore di affettività solo attraverso un contagocce, questo esemplare è tanto inutile alla nostra vita quanto pericoloso per la nostra psiche, poiché ci abituerà a pensare che sia normale essere amate con il bilancino. No signore, no davvero.
Inutile, come un gavettone bucato.

5. Le decisioni sono paurosissime. Stasera cinema o cena? Boh. Fai tu.
Dormi da me stanotte? E' uguale.
Che ne dici se provassimo a fare le cose sul serio? Mah, come vuoi.
E' quel tipico esemplare del nuovo millennio che non prende una decisione manco fosse in punto di morte. Non so Dio, decidi tu, a me va bene tutto. 
Che pallissime.
Non si mette mai in mezzo. Lui è terreno neutrale come la Svizzera. Insopportabile.
Inutile, come come un aeroporto senza torre di controllo.

6. Il provolone.  Siete alte, bionde, fichissime e con un corpo da urlo? Ci proverà, state tranquille.
Siete la reincarnazione di Maga Magò culona e cattivissima? Ci proverà ugualmente.
Facile da riconoscere al primo sguardo, ci inebrierà di complimenti, frasi ad effetto, mani che improvvisamente percorreranno la nostra schiena e il raziocinio salutandoci affettuosamente, ci abbandonerà.
Gli unici -pochi- vantaggi nell'uscire con uno così è che tendenzialmente dovrebbe aver ispezionato diversi letti, quindi teoricamente è in grado di sapere quello che sta facendo. Teoricamente. E darà un po' di serenità al nostro ego ipercritico.
La nota dolente è che ci prenderemo di lui come pesci con un'esca buonissima.
Inutile, come la crostata alla frutta senza la frutta.

7. Narciso. Il mio preferito. E' quello che pur di piacere farebbe qualsiasi cosa.
Ci fornisce mille e una illusione pur di avere delle attenzioni. Non importa che siamo le sorelle gemelle di Claudia Schiffer o di Moby Dick. Lui si farà avanti. Ma non ci proverà solo per il gusto di un'avventura, come farebbe il provolone.
No. Lui ci ammalierà solo ed unicamente per l'immagine di se stesso che noi gli rimanderemo.
Narciso che si specchia nell'acqua per contemplare la sua immagine. Sfortunatamente il nostro non muore annegato.
Prepariamoci ad un corteggiamento vero e proprio. Ci telefonerà, ci porterà in giro come una pochette della nuova collezione primavera-estate, e ci interrogherà con farsi ambigue come: Dimmi cosa ti piace di me, o Tu per me cosa faresti?
E noi lì, ad elogiarlo come un bambino che ha fatto bene i compiti.
E' infido, stronzo e soprattutto disinteressato. Si innamorerà dell'immagine di sé che riesce a vedere in noi.
In questo amplesso tra cuore, estetica e pisellocentrismo, scappiamo.
Scappiamo. E spargiamo la voce.
Una tragggggedia. Con tante g.
Inutile, come un bel vestito con la lampo rotta.
















Donne avvisate...faranno esattamente la stessa cosa.
Ma almeno sapremo, in questo mondo difficilissimo, che questi uomini insignificanti sono capitati a tutte. E se non dovesse essere così, state sicure: capiteranno.
Alla fine mal comune mezzo gaudio.

9 commenti:

  1. ha ha ha, nessuna pieta' !! grande !
    Ciao, E.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie mille E.!
      In realtà potevo arrivare fino a 10.
      Io sì, che fui buona.

      Elimina
  2. Il 7 e' in assoluto il peggiore!!
    Infido bastardo!
    Bravissima!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il 7 è una tipologia da studiare nei laboratori.
      Grazie Sarinski, un abbraccio

      Elimina
  3. Bellissimo post!
    AHAHAHAHA

    RispondiElimina
  4. interessante e divertente analisi che però fa un po' pensare alla donna della canzone "nudo e senza cacchio" eh :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh, Drugo, che vuoi che ti dica.
      ;-)

      Elimina
    2. comunque il sette mi sembra un po' il prototipo del gay che deve ancora capire di esserlo.

      Elimina

Grazie per il tuo commento!